France

Italia

Schweiz

Documenti

La nascita di Alptrekking

1_naissancedalptrekking

Nativo di Lourtier, villaggio posto al fondo della Valle di Bagnes, collegata alla Valle d’Aosta dal Colle di Crête Sèche e dalla Fenêtre de Durand, sono stato cullato, pastorello (sëportyoeu) a Bonatchiesse, dalle storie che ci raccontavano i vecchi sulle dispute che la popolazione di Bagnes aveva con i valdostani (i z’ Otans) in particolare con i signori di Quart. E io volevo sempre andare a vedere dall’altra parte della montagna ….

Alla fine degli anni ’60, ho fatto il giro del Monte Bianco, il padre di tutti i nostri Tour creato agli inizi degli anni ’50. Questo mi diede l’idea di creare il Tour des Combins.Al momento del riconoscimento dell’itinerario, fatto che prese comunque alcuni anni, esplorai infine il paese degli Otans.

Nel 1973 la Compagnie de chemin de fer Martigny – Orsières edita una carta escursionistica a scala 1 :50.000 dove traccio il “Tour du Grand Combin” con un percorso di base di cinque giorni e un percorso alpino di quattro giorni, passando per il Colle d’Annibal e per il Colle di Lâne.Tappe di quasi nove ore e nessuna segnaletica. Del vero trekking! L’attuale Tour des Combins è alla terza versione ed è stato inaugurato nel 1996.

Agli inizi degli anni ’90, con la complicità di un gruppo di amici di Novara, di Vercelli, di Aosta e del Vallese, comincia l’avventura del Tour du Mont Rose che viene inaugurato nel 1995. A partire da questa data, cominciamo ad interrogarci con gli amici valdostani su come collegare il Tour du Mont Rose al Tour du Mont Blanc passando per il Tour des Combins. al fine di valorizzare questo territorio meraviglioso delle Alpi vallesane, delle Alpi Pennine.

Durante l’estate 1999, con Palmira Orisères, testiamo la fattibilità dell’idea, definendo il percorso sul terreno da Chanton al Breuil, da Prarayer (Valpelline) a Arolla. I comuni di Bagnes, Bionaz, Evolène e Valournenche sono d’accordo nell’intraprendere l’iniziativa, di creare, di migliorare e di segnalare i sentieri che si trovano sul loro territorio. Ma per fare tutto questo ci vogliono delle risorse.

Nel 2002 grazie al senso di opportunità di Elviro Favre,Valrando e la Comunità Montana Grand Combin firmano una procedura Interreg Randò sans Frontières “ il collegamento dei Tour come occasione per creare un grande comprensorio per l’escursionismo tra il Monte Bianco ed il Monte Rosa, per promuovere il turismo sostenibile e per far conoscere il patrimonio delle montagne vallesane, valdostane e piemontesi”. Dopo qualche seduta del COPIL (comitato di pilotaggio) di Randò sans Frontières mi rendo conto che si può fare ben di più che un semplice collegamento, si può avere più ambizione e creare un vero trek attraverso le nostre Alpi. Questa proposta non venne sempre ben compresa, ma grazie all’intuizione e all’impegno di Luigi Cortese, all’appoggio di Brigitte Pitteloud e di Nicolas Mettan fu possibile modificare il progetto iniziale e prevedere la creazione di un gran trek.

Nel 2002, abbiamo inaugurato il Tour du Cervin e nello stesso tempo, Arnaud pubblica un libro fotografico “Le Tour du Cervin” di Mario Colonel.

Nel giugno 2004 abbiamo inaugurato il Tour du Saint Bernard e nell’agosto 2004, il Tour des Grands Barrages.

Nell’agosto 2004, una giuria, sotto la presidenza di Bernard Attinger, architetto cantonale del Vallese, attribuisce il 1° premio per la creazione del logo Alptrekking a Seghesio&Grivon di Aosta.

In questo modo nell’agosto 2004 tutti gli ingredienti erano pronti per creare questo grande trekking delle Alpi che sognavamo da lungo tempo: Alptrekking.

Dopo qualche incertezza, dovuta alla lenta comprensione delle modificazioni apportate al progetto iniziale, nell’estate 2005 la commissione tecnica poteva infine mettersi al lavoro per la creazione della guida, dei depliant, del sito WEB, dei pannelli informativi, della  segnaletica, ecc. Il prodotto Alp trekking è oggi a vostra disposizione.

Alptrekking è un trek italo – franco – svizzero di oltre trentacinque giorni che ha come contesto i più prestigiosi 4.000 metri delle Alpi, Mischabels, Monte Rosa, Cervin,Weisshorn, Zinalrothorn, Dent Blanche, Combins, Mont-Blanc, ecc. Alptrekking parte dal Colle del Monte Moro al Colle des Montets, comprende sia a nord sia a sud i tronconi esterni dei sei Tour e visita dopo ogni colle le vallate che discendono la catena delle Alpi: la montagna e la vita nelle valli alpine.

Alptrekking è un valore aggiunto per gli amanti dell’escursionismo, di trek nelle Alpi, un’opportunità per lo sviluppo economico e turistico delle valli che ne sono attraversate.

Auguro sin d’ora una grande soddisfazione all’escursionista esperto che farà il Tour in una sola volta, a quello che invece impiegherà diversi anni ed anche a chi camminerà solo nella testa sfogliando questa guida e che andrà in automobile a esplorare tutte queste meravigliose vallate visitate da Alptrekking.

Willy Fellay
Presidente Onorario Alptrekking